Azioni sul documento

Imprese di autoriparazione

Gli uffici della Camera di Commercio valutano la presenza dei requisiti previsti dalla legge per l'esercizio di attività regolamentate solo nel corso dell'istruttoria delle pratiche presentate al Registro Imprese.

Scadenza termine di regolarizzazione attività di meccatronica
Il termine ultimo previsto per le imprese di autoriparazione per la regolarizzazione dell'attività di meccatronica è il 04.01.2018. Per approfondimenti vedi: Informativa regolarizzazione attività di meccatronica

Novità dal 05.01.2013 
Il 5.1.2013 è entrata in vigore la Legge n. 224/2012 che ha modificato la Legge n. 122/1992, norma che disciplina l’attività di autoriparazione.
La Legge n. 224/2012 ha disposto l’unificazione delle attività di meccanica/motoristica ed elettrauto nella nuova ed unica attività di meccatronica.
Per le imprese che intendono iniziare dal 5.1.2013 l’attività di autoriparazione la stessa si suddivide in tre sezioni:

  -  meccatronica
  -  carrozzeria
  -  gommista

Non è pertanto più possibile presentare dal 5.1.2013 una segnalazione di inizio attività per meccanica/motoristica e/o per elettrauto ma soltanto per meccatronica.
Per poter esercitare tale attività è necessario dimostrare che il titolare, il legale rappresentante o il responsabile tecnico sono in possesso dei requisiti tecnico-professionali richiesti per lo svolgimento dell’attività sia di meccanica/motoristica che di elettrauto. 

Indicazioni operative sull'attività di meccatronica
Sintesi delle indicazioni fornite dal MSE con circolare n. 3659/c dell'11.3.2013 e dal Conservatore di Padova con direttiva n. 93/2013
Istituito il Registro nazionale gas fluororati
Informazioni ed iscrizione telematica su www.fgas.it

La legge n. 122/1992 considera attività di autoriparazione "tutti gli interventi di sostituzione, modificazione e ripristino di qualsiasi componente, anche particolare, dei veicoli e dei complessi di veicoli a motore di cui al comma 1, nonché l'installazione, sugli stessi veicoli e complessi di veicoli a motore, di impianti e componenti fissi".

La stessa legge precisa che "non rientrano nell'attività di autoriparazione le attivita' di lavaggio, di rifornimento di carburante, di sostituzione del filtro dell'aria, del filtro dell'olio, dell'olio lubrificante e di altri liquidi lubrificanti o di raffreddamento".

L'attività di autoriparatore può essere esercitata soltanto dalle imprese in possesso dei requisiti morali e professionali individuati dalla legge n. 122/1992 che hanno presentato alla Camera di Commercio della provincia di attività un’apposita SCIA (segnalazione certificata di inizio attività).

contenuto aggiornato il 15/06/2017