Azioni sul documento

SUAP

Sportello Unico Attività Produttive

Con il D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160  viene adottato il Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive il quale:

  • identifica (art. 2 comma 1) nello Sportello Unico il solo soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi compresi quelli di cui al Decreto Legislativo del 26 marzo 2010, n.59, specificando (art. 2 comma 2) che le domande, le dichiarazioni le segnalazioni e le comunicazioni nonché gli elaborati tecnici e gli allegati di cui al comma 1 sono presentati esclusivamente in modalità telematica.

  • ribadisce la competenza dello Sportello Unico in merito all'inoltro sempre in via telematica della documentazione alle altre Amministrazioni che intervengono nel procedimento (art.2 comma 3).

  • individua nel portale "Impresainungiorno" la funzione di raccordo con le infrastrutture e le reti già operative (art. 3) per lo scambio informativo e l'interazione telematica tra le Amministrazioni e gli altri Enti interessati. E' pertanto rimesso al portale il collegamento ed il reindirizzo ai sistemi informativi e ai portali già realizzati, garantendo la interoperabilità  tra le Amministrazioni (art. 3 comma 2).

Che cos’è il SUAP

Il D.P.R. 160/2010 prevede che attraverso il SUAP si gestiscano due tipi di procedimenti:

  • il procedimento automatizzato (artt. 5 e 6), che riguarda quei casi in cui l'avvio di un'attività di  produzione di beni, o di prestazione di servizi, sia soggetto a SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) ai sensi dell'art.   19 della L. 241/1990, per cui l'impresa può iniziare l'attività in questione dalla data di presentazione della segnalazione alla pubblica amministrazione. (ivi compresi impianti produttivi)

ovvero per L’ESERCIZIO Di quelle ATTIVITA’ che E’ SUBORDINATO AL POSSESSO DEI REQUISITI PREVISTI PER LEGGE.

  • il procedimento ordinario (artt. 7 e 8), che riguarda quei casi in cui l'impresa deve presentare   preventivamente un'istanza alla pubblica amministrazione e potrà iniziare l'attività di produzione di beni, o di prestazione di   servizi, solo a seguito del rilascio di un'autorizzazione da parte della pubblica amministrazione.  

Chi gestisce il SUAP

Le funzioni del SUAP possono essere:

  • esercitate dai Comuni interessati (art. 4 comma 5), singolarmente od in forma associata;  
  • delegate dai Comuni alla Camera di commercio competente (art. 4 comma 11).   

Come individuare il SUAP competente: il portale Impresainungiorno  

L'utente, imprenditore, o il suo incaricato, per individuare il SUAP competente si deve collegare al sito ufficiale alla pagina http://www.impresainungiorno.gov.it (funzione “Trova subito il tuo sportello”), deve inserire i dati (regione, provincia, comune) relativi al luogo ove intende svolgere l'attività.  

A questo punto si possono ottenere due risposte diverse:  

  1. se il Comune si è accreditato in proprio comparirà il link al sito istituzionale del comune ove è presente la modulistica per effettuare gli adempimenti. L'utente collegandosi al sito del comune prescelto troverà le indicazioni in merito alla modalità di presentazione delle pratiche;  
  2. se il Comune ha deciso di utilizzare la piattaforma messa a disposizione dalla Camera di commercio, comparirà il link del SUAP camerale. Cliccando sul link http://www.impresainungiorno.gov.it/route/suap l'utente viene condotto in una pagina del portale da cui potrà iniziare la compilazione on line degli adempimenti SUAP.

Per l’invio di una Pratica sia per suap che usano la piattaforma camerale che per coloro che non la usano bisogna avere a disposizione una PEC ed una firma digitale.

 

contenuto aggiornato il 30/12/2016