Azioni sul documento

Split payment, estesa la scissione dei pagamenti nei rapporti con la PA

La manovra correttiva 2017 (articolo 1, commi da 1 a 4-ter del D.L. n. 50/2017 convertito in legge n. 99 del 21 giugno 2017) ha esteso la scissione del pagamento dell’Iva (split payment) anche alle prestazioni di lavoro autonomo effettuate nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni, comprese le Camere di Commercio.

 Il meccanismo di scissione dei pagamenti è pertanto operativo su tutte le fatture emesse da lavoratori autonomi (professionisti) dal 1° luglio 2017, che continueranno a evidenziare in fattura l'Iva dovuta dall'Ente il quale, però, provvederà a versarla direttamente all'Erario.

 Le disposizioni della scissione del pagamento dell’Iva sono applicate anche sulle fatture attive emesse dalla Camera di Commercio di Padova nei confronti dei soggetti soggetti a tale normativa:

  • società controllate direttamente  dalla  Presidenza  del Consiglio dei Ministri e dai Ministeri
  • società controllate direttamente  dalle  regioni,  province, città metropolitane, comuni, unioni di comuni
  • società controllate direttamente o indirettamente dalle società di cui alle lettere a) e b)
  • società quotate  inserite  nell'indice  FTSE  MIB  della  Borsa italiana

Tali soggetti sono tenuti a chiedere alla Camera di Commercio di Padova l’emissione della fattura con il meccanismo dello split payment direttamente allo sportello che eroga il servizio, previa verifica dell’effettivo assoggettamento al meccanismo della scissione dell’Iva mediante consultazione degli appositi elenchi pubblicati dal MEF dei soggetti.

contenuto aggiornato il 13/07/2017