Ricorsi alle decisioni della CPA

Gli uffici della Camera di Commercio valutano la presenza dei requisiti previsti dalla legge per l'esercizio di attività regolamentate solo nel corso dell'istruttoria delle pratiche presentate al Registro Imprese.

Avviso
Dal 18 marzo 2015, a seguito dell'entrata in vigore della legge regionale n.2/2015 di modifica della legge sull'artigianato veneto n.67/1987, le Commissioni provinciali per l'artigianato sono soppresse.
Le funzioni amministrative svolte dalle Commissioni provinciali per l'artigianato sono ora attribuite alle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, che provvedono alla gestione dell'Albo delle Imprese Artigiane nell'ambito della sezione speciale del Registro delle Imprese.

E’ possibile presentare ricorso in carta semplice contro le decisioni assunte dal Dirigente area Registro delle imprese e semplificazione entro 60 giorni dalla notifica del provvedimento alla Commissione Regionale per l'Artigianato (CRA).
Saranno accettate esclusivamente comunicazioni trasmesse con PEC all'indirizzo istituzionale della Regione del Veneto

Il ricorso può essere presentato, oltre dall’impresa interessata, anche da parte di pubbliche amministrazioni e terzi interessati che, avendo riscontrato l’inesistenza dei requisiti di artigianalità, ne abbiano ricevuto segnalazione. 
Le decisioni della CRA possono essere impugnate davanti al giudice ordinario competente per territorio entro 60 giorni dalla comunicazione della decisione stessa.

E' possibile scaricare dal sito della Regione Veneto il modulo fac-simile per ricorso da presentare alla CRA.

Azioni sul documento

contenuto aggiornato il 21/09/2016