Microcredito

Il Microcredito è disciplinato dal Decreto 17 ottobre 2014, n. 176  e consiste in piccoli prestiti da 5.000 fino a € 25.000 (IVA esclusa)  destinati a nuove imprese e liberi professionisti privi di garanzia. 

E' stato elevato da 25.000 a 40.000 euro l’importo massimo delle operazioni di microcredito imprenditoriale di cui all’art. 111, comma 1, lettera a) del TUB,  (decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18  art. 49, c. 5   che ha previsto al contempo che il MEF adegui a tale disposizione le norme attuative recate dal decreto 17 ottobre 2014, n. 176).
Viene introdotta così la possibilità per i soggetti beneficiari, qualora ne ricorrano le condizioni, di ottenere un finanziamento complessivo massimo di 50.000 euro grazie all’innalzamento del finanziamento fino al limite di 40.000 euro e rimanendo invariata la vigente previsione di un ulteriore aumento pari a 10.000 euro.

Il sito di riferimento per informazioni più dettagliate  e per presentare le domande è www.fondidigaranzia.it      

L'Ente microcredito ha inoltre elaborato una pagina web  con le novità legislative legate all'emergenza coronoavirus.

 

Soggetti finanziabili

  • Professionisti e imprese titolari di partita IVA da non più di 5 anni e  aventi fino a 5 dipendenti
  • Società di persone, SRL semplificate, cooperative con dipendenti non soci fino a 10 unità
  • Imprese che abbiano avuto, nei tre esercizi antecedenti la data di richiesta di finanziamento o dall'inizio dell'attività se di durata inferiore, un attivo patrimoniale di ammontare complessivo annuo fino a 300.000 euro
  • Imprese che abbiano realizzato, nei tre esercizi antecedenti la data di richiesta di finanziamento o dall'inizio dell'attività se di durata inferiore, in qualunque modo risulti, ricavi lordi per un ammontare complessivo annuo fino a 200.000 euro
  • Imprese che alla data di richiesta di finanziamento presentino un livello di indebitamento fino a 100.000 euro.

Spese finanziabili

  • Beni e servizi connessi all'attività svolta (comprese materie prime e merci, pagamento delle spese connesse alla sottoscrizione di polizze assicurative, canoni di locazione e di leasing)
  • Retribuzioni nuovi dipendenti/soci lavoratori
  • Costi per formazione aziendale
  • Ripristino capitale circolante
  • Operazioni di liquidità
  • No ristrutturazione del debito

Caratteristiche tecniche del finanziamento

  • importo concedibile fra 5.000  e 25.000 €. Tale limite massimo può essere aumentato di euro 10.000 qualora il finanziamento preveda l'erogazione frazionata, subordinando i versamenti al pagamento puntuale di almeno le ultime sei rate pregresse e al raggiungimento di risultati intermedi stabiliti dal contratto.
  •  la garanzia è coperta fino all'80% da una garanzia statale gratuita, cioè fornita dal Fondo Centrale di Garanzia; la copertura del restante 20% di garanzia è a discrezione dei soggetti emittenti (alcuni non la richiedono, altri la chiedono al cliente)
  • Altre condizioni (ad es. tasso d'interesse, durata - al massimo 7 anni -, spese accessorie, ecc.) variano a seconda del soggetto emittente

I soggetti che erogano un'operazione di microcredito sono tenuti a prestare, in fase di istruttoria e durante il periodo di rimborso, almeno due dei servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio dei soggetti finanziati previsti dalla normativa (vedi art. 3 decreto 176/2014).

Come funziona

NB: Prima di effettuare la prenotazione online, è sempre il caso di confrontarsi con la banca od operatore finanziario a cui si vuole presentare la richiesta di finanziamento (vedi "A chi rivolgersi"): occorre aver chiaro infatti le spese che si vogliono effettuare e i costi da sostenere. 

La prenotazione
I soggetti beneficiari possono prenotare on line la garanzia in modo semplice e veloce, accedendo alla procedura telematica attraverso il seguente  link https://www.fondidigaranzia.it/servizi-online-per-le-imprese/prenotazione-microcredito/ 
Inserendo nome, cognome, codice fiscale e indirizzo e-mail è possibile registrarsi. Successivamente si può effettuare la prenotazione, indicando soltanto codice fiscale, ragione sociale, forma giuridica, posta elettronica certificata, e-mail e importo dell’operazione. La procedura on line emette una ricevuta, con relativo codice identificativo, che attesta la prenotazione e che il beneficiario può stampare.

La conferma della prenotazione
La prenotazione non comporta automaticamente la concessione di una garanzia né del connesso finanziamento. La prenotazione resta valida per i 5 giorni lavorativi successivi. Entro questo termine il soggetto beneficiario deve trovare un soggetto disponibile a concedere il finanziamento e a confermare on line la prenotazione. A tal fine si deve presentare al finanziatore la ricevuta di prenotazione e l'allegato 4.

La presentazione della domanda di ammissione alla garanzia
Dopo la conferma della garanzia, entro 60 giorni deve essere presentata la richiesta di ammissione alla garanzia da parte di un soggetto abilitato ad operare con il Fondo

A chi rivolgersi

In base alle informazioni assunte presso ABI Veneto, le banche che nel nostro territorio gestiscono questa iniziativa sono: 

 

Azioni sul documento

contenuto aggiornato il 27/10/2021

A chi rivolgersi

Nuova Impresa ed Assistenza Qualificata alle Imprese

4° piano - stanza 429
PADOVA, Piazza Insurrezione XXVIII aprile '45, 1A

Orari

consulenza Nuova Impresa su appuntamento da lun a ven 9.00-12.30
consulenza Startup Innovative su appuntamento mar 15.00-18.00
consulenza in materia di credito su appuntamento

Telefono

049.82.08.313 - 302