Modalità di spedizione di istanze e documenti

Le comunicazioni con la Camera di commercio di Padova, relative all'attivazione o svolgimento dei procedimenti amministrativi, devono essere inviate alla casella PEC istituzionale, .
Il messaggio e i documenti allegati vengono ricevuti dall'ufficio protocollo e inoltrati agli uffici competenti. Alcuni uffici sono dotati di una propria casella di PEC, anch'essa collegata al registro di Protocollo Generale, alla quale vanno indirizzati direttamente i documenti loro destinati (Contatti PEC).

Solo per le istanze soggette all'apposizione dell'imposta di bollo si mantiene la modalità cartacea di presentazione. 

Indicazioni operative

Per rendere più efficace il flusso dei documenti pervenuti alla Camera di Commercio di Padova, il mittente dovrà seguire queste indicazioni operative:

1)   A ciascuna istanza trasmessa alla Camera di Commercio di Padova, dovrà corrispondere un
      unico messaggio PEC di trasmissione.
      Esempi:

    • un soggetto (privato, ente, azienda, professionista) che debba trasmettere 3 domande (comprensive di tutti gli allegati) per la sua partecipazione a 3 diversi bandi o selezioni, dovrà inviare 3 messaggi PEC distinti, uno per ogni istanza che intenda presentare.
    • una ditta che debba inviare 5 fatture, dovrà inviare 5 messaggi PEC distinti, uno per ogni fattura; 
    • un Comune che debba inviare documenti relativi a 5 procedimenti diversi, dovrà inviare 5 messaggi PEC distinti, uno per ogni procedimento.

2)   Il singolo documento destinato a più uffici dev'essere trasmesso in un unico messaggio PEC; 
      sarà cura del Protocollo Generale assegnare il messaggio agli uffici interessati. 

3)   Nell'oggetto della comunicazione occorre precisare il tipo di richiesta; nel caso di bandi o
      selezioni è preferibile che sia riportato l’oggetto dell’iniziativa indicato nel bando stesso.

4)   Il corpo del messaggio inviato dovrà contenere:

    • l’ufficio camerale destinatario dell’istanza;
    • una breve descrizione dell’istanza; nell’ipotesi di integrazioni e/o comunicazioni precedentemente inviate con un’altra PEC, inserire i riferimenti dell’istanza principale (oggetto, data di invio, numeri di protocollo di registrazione al Protocollo Generale se conosciuto);
    • i dati identificativi del richiedente ovvero nome e cognome di chi invia l’istanza, nome dell’azienda o ente, recapito telefonico;

5)   Formati del documento principale e degli allegati:

Ai messaggi in entrata, ricevuti alla casella PEC della Camera di commercio di Padova, possono essere allegati esclusivamente file in formati portabili statici non modificabili, che non contengano macroistruzioni o codici eseguibili. 

Sulla base delle indicazioni riportare nelle regole tecniche in materia di conservazione dei documenti informatici si ricevono esclusivamente i seguenti formati:
.pdf, .pdf/A;
.tiff (.tif);
.jpg (.jpg, .jpeg);
OOXML (.docx, .xlsx, .pptx);
.odt .ods, .odp, .odg, .odb;
.xml;
.txt;
.eml;
.gif;
p7m.

Allegati trasmessi in altri formati diversi (es. .doc, .xls, .zip, ecc.) devono essere rifiutati perchè non adatti alla conservazione.

In riferimento al nome del file, gli allegati dovranno:
riportare preferibilmente nel proprio nome file le opportune parole chiave, ad esempio “domanda concorso.pdf" oppure "selezione bando innovazione.pdf"
non contenere caratteri speciali (<>|*/ \”), lettere accentate (è à ò), segni di interpunzione (;:.-).

La dimensione massima totale del messaggio non può superare i 30 Mb, pertanto si invita a non allegare documenti a colori o in scala di grigi, se non strettamente necessario.

La documentazione non deve essere inviata più volte per evitare la doppia protocollazione.

Azioni sul documento

contenuto aggiornato il 10/10/2018

A chi rivolgersi

Protocollo e Gestione Documentale

2° piano - stanza 216
PADOVA, Piazza Insurrezione XXVIII aprile '45, 1A

Orari

apertura al pubblico da lun a ven 9.00-12.30

Telefono

049.82.08.205

Fax

049.65.03.15