Informativa modalità di ingresso ai locali dell'Ente e attuazione dei protocolli anti-contagio

Informazioni ai sensi del Reg. (UE) 2016/679 relativamente ai trattamenti di dati personali svolti per fini di prevenzione dal contagio da covid-19 per accesso ai servizi pubblici

La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Padova (di seguito, anche più semplicemente “Ente”, “CCIAA” o “Titolare”) intende fornire tutte le indicazioni previste dall’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (anche detto GDPR o Regolamento Generale per la Protezione dei Dati personali) in merito ai trattamenti per la prevenzione dal contagio da COVID-19 effettuati in occasione dell’accesso ai locali camerali nel caso di organizzazione di eventi, convegni, congressi

1.Titolare del trattamento

Titolare del trattamento dei dati personali è la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Padova, con sede in Padova, Piazza Insurrezione XXVIII aprile '45, n. 1A, tel.  049 82.08.111, PEC cciaa@pd.legalmail.camcom.it

2. DPO – Data Protection Officer

Al fine di meglio tutelare gli Interessati, nonché in ossequio al dettato normativo, il Titolare ha nominato un proprio DPO, Data Protection Officer (o RPD, Responsabile della protezione dei dati personali).

È possibile prendere contatto con il DPO della CCIAA di Padova al seguente indirizzo pec: sergio.donin@rovigoavvocati.it 

3. Finalità del trattamento e basi giuridiche

La CCIAA, in ossequio alla normativa di emergenza per far fronte al contenimento della pandemia in atto, ha adottato procedure di ingresso ai propri locali in ossequio ai vigenti protocolli di contenimento e prevenzione da Covid-19 

La Camera pertanto procederà a:

  1. rilevazione della temperatura corporea mediante Dispositivo di screening a infrarossi con modalità idonee a garantire la riservatezza e la dignità della persona.
    La CCIAA procederà a registrare la sola circostanza del superamento della soglia stabilita dalla legge quando ciò sia necessario a documentare le ragioni che hanno impedito l’accesso ai locali camerali. 

  1. richiedere  e verificare la validità della Certificazione Verde Covid19 – c.d. Green Pass base.
    Personale autorizzato provvederà a verificare, mediante App VerificaC19 eventualmente integrata in sistemi di rilevazione automatici, l’autenticità e la validità del Certificato esibito. 
    L’App Verifica C19 restituisce unicamente le seguenti informazioni: validità della certificazione, nome, cognome e data di nascita dell’intestatario della stessa. Dette informazioni non saranno memorizzate / conservate nei dispositivi mobili utilizzati dagli operatori per la verifica. L’App non permette di conoscere gli altri dati contenuti nella Certificazione. 
    Nei casi previsti per legge di esenzione dall’utilizzo del Greenpass, l’utente potrà presentare idonea certificazione medica cartacea con i requisiti previsti dal Ministero della Salute. Ove venga presentata tale certificazione, la Camera non effettuerà né manterrà copia della stessa.
    All’utente sarà, inoltre, richiesto di esibire un proprio documento di identità in corso di validità ai fini della verifica di corrispondenza dei dati anagrafici presenti nel documento con quelli esibiti con le Certificazioni.

La base giuridica per i trattamenti dei dati sopra elencati è da individuarsi nell’art. 6, par. 1, lett. c) ed e) GDPR e nell’art. 9, par. 2, lett. g) GDPR, in quanto il trattamento è “necessario per adempiere ad un obbligo di legge” nonchè per  motivi di interesse pubblico rilevante sulla base del diritto dell'Unione o degli Stati membri”, in attuazione delle vigenti disposizioni in materia di Contenimento e prevenzione del Contagio.

4. Autorizzati, Responsabili del trattamento e Destinatari dei dati personali

I dati personali sono trattati da personale dipendente della CCIAA previamente autorizzato al trattamento ed appositamente istruito e formato.

I dati personali possono essere trattati da soggetti esterni formalmente nominati dalla CCIAA quali Responsabili del trattamento ed appartenenti alle seguenti categorie:

  • fornitori di servizi di portierato;

  • società che erogano servizi tecnico/informatici.

I dati potranno essere comunicati unicamente alle istituzioni competenti e alle Autorità sanitarie, affinché le stesse possano assolvere ai compiti e alle funzioni loro assegnate dalla vigente normativa emergenziale.

5. Tempi di conservazione dei dati personali

I registri delle presenze saranno trattati per un tempo non superiore ai 14 giorni, così come previsto dalla vigente normativa.

I dati relativi superamento della soglia limite di temperatura corporea saranno conservati per le finalità di cui al punto 3 sino al termine dello stato d’emergenza.

È fatta in ogni caso salva la conservazione di tali dati per un periodo superiore in relazione a richieste della pubblica autorità o in relazione ad esigenze connesse all’esercizio del diritto di difesa in caso di controversie.

6. Natura del conferimento dei dati e conseguenze dell’eventuale mancato conferimento

Il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio. Il mancato conferimento comporta l’impossibilità di effettuare l’accesso alla sede.

7. I suoi DIRITTI

Il Regolamento (UE) 2016/679 le riconosce, in qualità di Interessato, diversi diritti, che può esercitare contattando il Titolare o il DPO ai recapiti di cui ai punti 1 e 2 della presente informativa.

Tra i diritti esercitabili, purché ne ricorrano i presupposti di volta in volta previsti dalla normativa (in particolare, artt. 15 e seguenti del Regolamento) vi sono:

  • il diritto di conoscere se il Titolare ha in corso trattamenti di dati personali che la riguardano e, in tal caso, di avere accesso ai dati oggetto del trattamento e a tutte le informazioni a questo relative; 

  • il diritto alla rettifica dei dati personali inesatti che la riguardano e/o all’integrazione di quelli incompleti;

  • il diritto alla cancellazione dei dati personali che la riguardano;

  • il diritto alla limitazione del trattamento;

  • il diritto di opporsi al trattamento;

  • il diritto alla portabilità dei dati personali che la riguardano.

In ogni caso, lei ha anche il diritto di presentare un formale Reclamo all’Autorità garante per la protezione dei dati personali, secondo le modalità reperibili presso il sito del Garante stesso.

 

Questa informativa è stata aggiornata in data:  25/01/2022

Azioni sul documento

contenuto aggiornato il 02/02/2022