InduCult2.0

Fondi comunitari 2014 - 2020

Programma di riferimento

Programma di Cooperazione transfrontaliero Interreg Central Europe

Asse 3: Cooperare nelle risorse naturali e culturali per una crescita sostenibile nell’Europa Centrale

Obiettivo Specifico: 3.2 - Migliorare le capacità per l’uso sostenibile del patrimonio e delle risorse culturali

Titolo del Progetto

Industrial heritage, cultural resources of current industries and creative pioneers – utilizing Industrial Culture in Central Europe - Inducult2.0

Durata

36 mesi (1 Giugno 2016 - 31 Maggio 2019) - In corso

Valore complessivo del progetto

€ 3.000.295,16

Partenariato

  • District of  Zwickau ( capofila - Germania)
  • Leibniz Institut for Regional Geography (Germania)
  • Styrian Iron Route / Municipality of  Leoben (Austria)
  • University of  Graz (Austria)
  • County Association of Local action groups of Karlovy Vary Region (Repubblica Ceca)
  • Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura Padova
  • BSC, Business support centre ltd, Kranj (Slovenia)
  • Sisak-Moslavina County (Croazia)
  • Opolskie Centre for Economy Development (Polonia)
  • STEBO Competence Center Community Development (Belgio)

Obiettivi ed attività del progetto

Il progetto utilizzando il concetto di cultura industriale, punta a valorizzare l’impresa e l’industria come elemento fondante del patrimonio culturale delle regioni dell’Europa Centrale.

L'obiettivo generale del progetto è l'implementazione di strategie nell'ambito della conservazione e riutilizzo del patrimonio industriale esistente.  Il coinvolgimento e la collaborazione tra le principali parti interessate favorirà la ristrutturazione di vecchie aree industriali attraverso la creazione di incubatori e centri socio-culturali, aumentando così l'attrattività dei  centri urbani, l'azione verrà sostenuta da un'attività informativa rivolta al pubblico circa il potenziale del patrimonio industriale del territorio.

Parte integrante di Inducult2.0 sarà la condivisione di metodologie innovative ed azioni pilota per avvicinare le imprese del settore manifatturiero al tema dell’innovazione, favorendo l’adozione da parte delle imprese stesse di metodologie di gestione innovative, un migliore collegamento con il mondo della scuola e della formazione, lo sviluppo di strategie per la crescita del “turismo industriale” e l’accompagnamento delle imprese interessate ad aprire centri per visitatori, musei aziendali o eventi culturali per il pubblico.

Le attività del progetto saranno:

- Istituire, promuovere e consolidare l'idea di cultura industriale in Europa centrale: i partner definiranno il concetto di cultura industriale, lo adatteranno al loro territorio, coinvolgeranno i più significativi stakeholders  dell'area ed infine verrà redatto un documento sulla strategia comune individuata. 

- Rafforzare la cultura distintiva delle regioni industriali e utilizzarla come fattore di posizionamento: saranno messe in atto una serie di misure volte a sensibilizzare e promuovere il patrimonio industriale come risorsa culturale combinando passato e presente in un'ottica di sviluppo del turismo. Saranno implementati piani d'azioni regionali, ed organizzate mostre, visite, fiere.

- Favorire la competitività delle regioni industriali riattivando il loro spirito pionieristico: l'obiettivo è rafforzare il settore culturale per dare slancio e creare nuove opportunità economiche ed occupazionali nelle regioni interessate. Al fine di accrescere la competitività regionale e industriale verranno potenziati gli ambienti creativi e culturali (hub) favorendo nuova occupazione e auto imprenditorialità nonchè nuovi legami tra industria  e lavoratori del settore creativo. Un'attenzione particolare verrà data al rafforzamento del link scuola-lavoro: si cercherà di aumentare l'interesse dei giovani verso l'industria, presentando in modo attrattivo le nuove opportunità offerte dall'approccio creativo culturale  allo scopo di  diminuire il fenomeno di migrazione e fuga dei cervelli.

-Promuovere creatività e innovazione: si utilizzeranno  i  siti industriale di vecchio stampo per la creazione di centri creativi e culturali e si metteranno in atto  misure che promuovano l'innovazione e l'imprenditorialità. Ogni Regione  sperimenterà all'interno di spazi polifunzionali nuove soluzioni per interconnettere il settore creativo con l'industria esistente. Come  iniziativa di sensibilizzazione verrà prodotto un film (transnazionale) sulla cultura industriale, innovativa e creativa analizzando i progressi nel corso del tempo (passato-futuro-presente).

Ruolo della Camera di Commercio di Padova

L'obiettivo è richiamare l'attenzione sull'importanza ed il ruolo che il patrimonio industriale può avere per la creazione di nuove opportunità per il turismo, l'industria e per i giovani. Si cercherà mettere in atto misure specifiche per  contribuire a piani di sviluppo regionali, favorire iniziative di sensibilizzazione di stakeholders e pubblico al fine di cambiare il comportamento e la percezione delle opportunità offerte dalle aree industriali.

La CCIAA intende assumere un ruolo centrale per l'impostazione e il coordinamento di una rete per la valorizzazione della cultura industriale nella nostra regione e, per mezzo di  Unioncamere Veneto e la rete di cooperazione già esistente, collaborerà con il governo regionale e  le altre parti interessate per lo sviluppo di una strategia industriale che consideri l'industria e le imprese come parte importante del nostro patrimonio culturale.

La CCIAA si impegnerà quindi a creare  un legame più forte tra musei, scuole, università e industrie nonché per una migliore presenza dell'industria e del patrimonio industriale nel pubblico attraverso azioni pilota specifiche.

Azioni realizzate 

WP T1 - elaborazione di una strategia condivisa per la cultura industriale

  1. elaborazione di un documento strategico condiviso con la Regione (e relativo piano d'azione );
  2. costituzione di un forum multistakeholder per la cultura industriale come elemento di dialogo e di coprogettazione, sviluppando l’esperienza dei focus group
  3. partecipazione al network transnazionale per la cultura industriale

WP T2 - Le azioni per il turismo

  1. Elaborazione di un modello per promuovere la cultura industriale (installazione innovativa “industry goes public”, da promuovere in fiere/eventi): “Arte Padova 2017 e 2018”
  2. Concorso “Arte e Cultura industriale”
  3. Azioni per promuovere il turismo industriale (es. promozione con le OGD, pacchetti turistici, visite guidate, nuove offerte turistiche coinvolgendo musei e imprese: in corso...obiettivo il “club di prodotto” (cfr. industrialpadova.it);
  4. Implementazione del portale  www.industrial-tourism.eu

WP T3 - Creazione di nuovi legami tra industria e lavoratori e industria e studenti

  1. Partecipazione e collaborazione a Open Factory e Open Factory School nel 2017 e 2018 circa 30 imprese venete hanno aderito, aprendo le porte agli studenti, e coinvolgendo i lavoratori come “ambasciatori della cultura industriale”

WP T4 - Promozione di creatività e innovazione

  1. collaborazione con il Comune di Piazzola sul Brenta:  creazione di un centro per l’innovazione, con uno sportello dedicato e una serie di eventi culturali legati all’innovazione e all’impresa

Maggiori informazioni

Tutti i risultati e le attività del progetto sul sito dedicato

E' possibile seguire il progetto anche tramite la pagina Facebook:

 

archiviato sotto:

Azioni sul documento

contenuto aggiornato il 13/05/2019