Legalizzazione di firma del funzionario camerale (ex visto UPICA)

È una procedura richiesta da numerosi Consolati e Ambasciate estere in Italia, specie dei paesi arabi. Consiste nell'autentica della firma del funzionario camerale apposta sul documento (in genere un certificato di origine o una fattura con visto per l'estero) utilizzato per l'estero. La legalizzazione viene effettuata da funzionari camerali autorizzati.

 

Documentazione da presentare

La richiesta può avvenire sia in modalità telematica, attraverso il programma Cert'ò, che allo sportello mediante pratica cartacea.

Per la modalità cartacea devono essere consegnate allo sportello tante copie del documento per il quale chiedete la legalizzazione più un' altra copia identica (con firma in originale) che sarà trattenuta agli atti.

La richiesta cartacea deve essere accompagnata dal Modulo richiesta, compilato, timbrato, firmato dal legale rappresentante al quale va allegata copia di un suo documento di identità qualora lo stesso non sia presente personalmente.

 

Azioni sul documento

contenuto aggiornato il 18/05/2016