Nomina degli arbitri

Istruzioni per la richiesta di nomina degli arbitri da parte della Camera di Commercio

La clausola compromissoria può prevedere che gli arbitri di un procedimento arbitrale siano nominati:

  • dal Presidente della Camera di Commercio

oppure

  • dal Presidente della Camera arbitrale Padova

Come richiedere il servizio

Si presenta alla Camera di Commercio una istanza sottoscritta dalla Parte e bollata (con marche da bollo da € 16,00 ogni 4 facciate), che deve descrivere l’oggetto e il valore della controversia.

Alla istanza vanno allegati:

  • copia del contratto e/o della clausola compromissoria;
  • prova dell’invio alle controparti dell’istanza (ad es. copia della ricevuta dell’invio di raccomandata postale, copia della ricevuta di consegna dell'invio di una Pec per le imprese e i professionisti);
  • attestazione del versamento del diritto di segreteria di € 3,00 per ogni Arbitro da nominare, tramite versamento sul c/c postale 114355 intestato alla Camera di Commercio di Padova oppure a mezzo bonifico bancario (sul conto intestato a Camera di Commercio di Padova presso Intesa Sanpaolo S.p.A., filiale di Corso Garibaldi n. 22/26 - 35122 Padova, IBAN IT 44 P030 6912 1171 0000 0046 284; per l'operatività estera al codice IBAN aggiungere il codice BIC BCITITMM), carta di credito o in contanti presso l'ufficio contestualmente al deposito dell’istanza, oppure on line dal sito camerale (ved. la pagina informativa sui pagamenti on line);
  • attestazione del versamento di € 16,00 per ogni Arbitro da nominare, a titolo di rimborso per la bollatura dell'atto di nomina; il versamento può essere fatto con le modalità indicate nel punto precedente;
  • copia del documento di identità in corso di validità della parte richiedente o, in caso di società, del legale rappresentante della stessa, che sottoscrive l'istanza;
  • modulo di autorizzazione al trattamento dei dati personali, debitamente sottoscritto.

L'istanza deve essere depositata esclusivamente tramite Pec all'indirizzo camera.arbitrale@pd.legalmail.camcom.it se la Parte firma digitalmente l'istanza; è ammissibile anche la firma autografa della Parte con autentica del legale. In tal caso, l'atto deve riportare i numeri di contrassegno delle marche da bollo necessarie. Gli allegati vanno predisposti in formato PDF o altro formato idoneo secondo gli standard previsti per la conservazione dei documenti - ved. la pagina dedicata.

Negli altri casi, può essere depositata in forma cartacea a mano oppure tramite invio postale.

 Ai sensi del DPR 642/1972, sugli atti relativi ai procedimenti arbitrali va apposta marca da bollo: pertanto, l'istanza deve essere bollata con marche da bollo da € 16,00 ogni 4 facciate o 100 righe. Le marche devono essere annullate; gli atti arbitrali vanno bollati "fin dall'origine", quindi il contrassegno deve riportare data uguale o antecedente a quella di sottoscrizione dell'atto.

In caso di atto firmato digitalmente, lo stesso deve riportare i numeri di contrassegno delle marche da bollo utilizzate; si richiede che le marche utilizzate siano apposte su un foglio, annullate e scansionate in un file PDF, da allegare all'istanza.

Tempi

La nomina di arbitro da parte del Presidente della Camera di Commercio (o del Presidente della Camera arbitrale) avviene entro il termine indicato nella clausola compromissoria o, in mancanza, entro 30 giorni dal deposito della domanda.

Azioni sul documento

contenuto aggiornato il 21/12/2018