Come diventare informatori

Requisiti per diventare informatori

 

A) Requisiti per diventare informatori sui prezzi di vini ed uve, bestiame, prosciutti e insaccati e prodotti tipici, prodotti petroliferi.

  1. L’impresa, associazione di produttori, cooperativa o consorzio/società consortile  dovrà essere in attività nel settore di pertinenza della rilevazione, sia come produttori che come commercianti/mediatori/procacciatori o trasformatori;

  2. Le aziende dovranno aver svolto l’attività da almeno 5 anni ed essere ancora attive (non in liquidazione o sottoposte a procedure concorsuali), salvo che siano frutto di cessioni di azienda, fusioni e simili tali che l’attività sia passata dall’azienda precedente a quella attuale con continuità. Le aziende dovranno avere sede o almeno una unità locale operativa o campi coltivati in provincia di Padova o produrre almeno una parte consistente di fatturato in provincia di Padova (almeno il 30%). In caso di Associazioni, consorzi o cooperative o società consortili di produttori almeno il 20% degli Associati dovranno essere della provincia di Padova oppure tali organizzazioni dovranno avere tra i propri soci la maggioranza dei produttori del prodotto in questione in provincia di Padova, risultando perciò rappresentative delle produzioni locali. In caso di consorzi o società consortili o associazioni del settore commercio/intermediazione esse dovranno avere un ruolo significativo nella provincia di Padova.

  3. Le aziende dovranno avere un fatturato aziendale che possa indicare un certo livello di attività dell’azienda di provenienza (30.000 € per i produttori agricoli, 80.000 € per i commercianti, 30.000 per i mediatori ed i procacciatori d’affari), 100.000 per i trasformatori.

  4. L’azienda non dovrà risultare protestata, fallita o in liquidazione, dovrà essere in regola con il diritto annuale.

La Camera si riserva a propria discrezione di revocare la qualifica di rilevatore in qualsiasi momento, in caso di perdita dei requisiti o di avvenimenti collegati alla rappresentatività o onorabilità dell’informatore sul mercato.

B) Richiesta di partecipazione alle rilevazioni

Le richieste di partecipazione potranno sempre essere presentate in modo continuativo. Successivamente all’espletamento dei controlli da parte degli uffici camerali, i nuovi informatori verranno inclusi in 2 tornate annuali: 1° gennaio e 1° luglio, salvo anticipi dovuti a necessità non differibile di sostituzione di informatori cessati.

C) Funzionamento delle rilevazioni

Ogni azienda, associazione, consorzio/soc. consortile o cooperativa indicherà la persona e l’indirizzo e-mail della persona stessa che svolgerà l’attività di rilevatore e  riceverà periodicamente la mail con il link personalizzato che rinvierà alla videata dove si potranno compilare i prezzi minimi e massimi (o medi a seconda del tipo di rilevazione).

I soggetti partecipanti alla rilevazione dovranno fornire i prezzi sulla base degli contratti effettivamente conclusi nel periodo che va dalla rilevazione attuale a quella precedente.

A tale riguardo, la Camera si riserva di effettuare eventuali controlli.

I dati trasmessi devono essere mantenuti riservati.

Nessun compenso viene riconosciuto per l’attività svolta.

Gli uffici camerali manterranno un equilibrio tra le categorie degli informatori partecipanti alle rilevazioni ed in particolare tra produttori e commercianti/mediatori/procacciatori, in modo che ogni categoria sia rappresentata in modo congruo rispetto al mercato di riferimento.

I prodotti oggetto di rilevazione possono essere o indicati da normative nazionali o  decisi dalla Camera di Commercio di Padova.

Eventuali suggerimenti di inserimento di nuovi prodotti e di eliminazione di prodotti dalla rilevazione saranno presi in seria considerazione in relazione alla loro aderenza alla situazione della produzione locale.

La Camera potrà anche convocare - anche via web - delle riunioni degli informatori in caso di particolari turbolenze del mercato o di stagionalità specifiche ed organizzare corsi di formazione in caso di modifiche al software che lo richiedano, preferibilmente in modalità e-learning.

D) Diffusione dei prezzi

I prezzi verranno pubblicati sul sito web camerale ed inviati a giornali e riviste di settore.

La Camera di Commercio non assume alcun impegno  nei confronti di alcuno per l’attività svolta.   

E) Trattamento dei dati

I dati personali degli informatori saranno gestiti dalla Camera di Commercio nel rispetto della normativa vigente.

Azioni sul documento

contenuto aggiornato il 22/03/2016