Marcatura Laser

Il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 17 aprile 2015 consente alle imprese orafe di avvalersi della tecnologia laser per l’applicazione del marchio di identificazione e l’indicazione del titolo legale ed affida alle Camere di Commercio la gestione del procedimento istruttorio e della successiva vigilanza.

Per chi è

Le imprese assegnatarie del marchio d'identificazione possono richiedere di avvalersi della tecnologia laser per l’applicazione del marchio di identificazione  e del titolo in aggiunta o in alternativa alla punzonatura meccanica.

Come si ottiene

Nello specifico, l’apposizione del marchio identificativo e del titolo legale diventa possibile con la marcatura laser, solo però se realizzata a seguito di apposita attivazione, da parte dell’impresa interessata, presso la Camera di Commercio competente territorialmente per la sede legale, dopo ottenuto il file immagine criptato. 

Le imprese che intendono utilizzare la tecnologia laser per l'apposizione del marchio di identificazione e dell'impronta del titolo devono richiedere il rilascio di un dispositivo “Token USB” contenente suddetti file immagine criptati e il software di decodifica, appositamente associato alla marcatrice laser che si intende impiegare. 

Per richiedere il rilascio del dispositivo “Token-USB” deve essere presentata presso l’Ufficio Metrico della Camera di Commercio di Padova la seguente modulistica: 

• Richiesta Token USB

• Richiesta associazione Token USB – Marcatrice

• Condizioni di contratto 

E’ inoltre possibile scaricare le istruzioni operative per la fruizione del servizio e le specifiche tecniche delle marcatrici laser e l’informativa sul trattamento dei dati personali.

Associazione token usb - marcatrice laser

La consegna del token usb e la sua associazione con una marcatrice laser vengono effettuate, previo appuntamento, presso l'azienda richiedente da parte di un Ispettore Metrico della Camera di Commercio.
Durante tale visita verranno raccolte le prime 5 impronte laser, che saranno poi conservate presso la Camera di Commercio ed utilizzate come confronto durante eventuali sorveglianze da parte dell'Ufficio Metrico.
Per la raccolta delle prime 5 impronte laser, l'assegnatario deve preparare una lastrina metallica (tipicamente di Ottone) di dimensioni 7 x 4 cm, sulla quale sarà riportata (oltre alle 5 impronte del marchio, nella parte inferiore della targhetta), anche (nella parte superiore della targhetta): Rea della azienda, numero marchio, id Token, id marcatrice.

IMPORTANTE
Il software equipaggiante la marcatrice che verrà associata al Token USB dovrà rispettare le specifiche tecniche indicate nel documento sopra richiamato, per accedere in sicurezza alle informazioni presenti nel Token USB e per procedere con l’apposizione del marchio di identificazione e del titolo. Quindi per poter utilizzare la tecnologia laser l'impresa orafa deve contattare il fabbricante della marcatrice e richiedere che sia effettuato, prima della data di consegna del Token, uno specifico aggiornamento sul software di gestione.

Costi e modalità di pagamento

Con la nota 82934 del 23 marzo 2016, il Ministero dello Sviluppo Economico provvisoriamente indicato gli importi dei diritti di segreteria applicabili, in attesa del riordino complessivo di tali diritti che potrebbe comportare un conguaglio.

Gli importi sono riportati in "Diritti, Bolli e Tariffe - Marchio Identificazione".

Il pagamento degli importi può essere effettuato con qualsiasi delle modalità indicate alla pagina "Modalità ordinarie di pagamento servizi camerali" o direttamente dal sito della Camera di Commercio seguendo le istruzioni della pagina "Servizio Pagamenti online".

Azioni sul documento

contenuto aggiornato il 18/01/2017