Salta al contenuto

Il D.P.R. 160/2010 prevede che attraverso il SUAP si gestiscano quelle attività il cui esercizio è subordinato al possesso dei  requisiti previsti dalla legge o al rilascio di autorizzazioni.

Le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni concernenti le attività di cui sopra ed i relativi elaborati tecnici e allegati sono presentati esclusivamente in modalità telematica.

Il DPR 160 individua due  procedimenti, automatizzato e ordinario, poi integrati con D'Lgs 222 del 2016 mediante scia unica, sia condizionata e comunicazione (vedi anche L 241/90).

  • il procedimento automatizzato (artt. 5 e 6), che riguarda quei casi in cui l'avvio di un'attività di  produzione di beni, o di prestazione di servizi, sia soggetto a SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività - ovvero il soggetto abbia i requisiti) ai sensi dell'art.   19 della L. 241/1990, per cui l'impresa può iniziare l'attività in questione dalla data di presentazione della segnalazione alla pubblica amministrazione. (ivi compresi impianti produttivi)
    - con la riforma Madia e con il D'LGS 222 sono stati introdotte  la SCIA Unica (unione di più scia), la  SCIA condizionata (all'acquisizione di un atto di assenso - vale come una scia ad acquisizione avvenuta);
    - e la Comunicazione: nei casi in cui basta una semplice comunicazione per l'avvio dell'attività d'impresa, di cui l'amministrazione si limita a prendere atto.
  • il procedimento ordinario (artt. 7 e 8), che riguarda quei casi in cui l'impresa deve presentare   preventivamente un'istanza alla pubblica amministrazione e potrà iniziare l'attività di produzione di beni, o di prestazione di   servizi, solo a seguito del rilascio di un'AUTORIZZAZIONE da parte della pubblica amministrazione.

Accedere al servizio

Come si fa

Le funzioni del SUAP possono essere:

  • esercitate dai Comuni interessati (art. 4 comma 5), singolarmente od in forma associata;  
  • delegate dai Comuni alla Camera di commercio competente (art. 4 comma 11).

L'utente, imprenditore, o il suo incaricato, per individuare il SUAP competente si deve consultare la pagina www.impresainungiorno.gov.it > funzione “Trova subito il tuo sportello”.

Per l’invio di una Pratica sia per suap che usano la piattaforma camerale che per coloro che non la usano bisogna avere a disposizione una PEC ed una firma digitale.

Cosa serve

Con il D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160  viene adottato il Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive il quale:

  • identifica (art. 2 comma 1) nello Sportello Unico il solo soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi compresi quelli di cui al Decreto Legislativo del 26 marzo 2010, n.59, specificando (art. 2 comma 2) che le domande, le dichiarazioni le segnalazioni e le comunicazioni nonché gli elaborati tecnici e gli allegati di cui al comma 1 sono presentati esclusivamente in modalità telematica.
  • ribadisce la competenza dello Sportello Unico in merito all'inoltro sempre in via telematica della documentazione alle altre Amministrazioni che intervengono nel procedimento (art.2 comma 3).
  • individua nel portale "Impresainungiorno" la funzione di raccordo con le infrastrutture e le reti già operative (art. 3) per lo scambio informativo e l'interazione telematica tra le Amministrazioni e gli altri Enti interessati. E' pertanto rimesso al portale il collegamento ed il reindirizzo ai sistemi informativi e ai portali già realizzati, garantendo la interoperabilità  tra le Amministrazioni (art. 3 comma 2).

Modulistica

Ultimo aggiornamento

02-11-2022 11:11

Questa pagina ti è stata utile?